blog tna

Tendenze degli snack salati: scoprite le novità del 2019 e non solo

pubblicato il 10 Gennaio, 2019 da

L’arrivo dell’anno nuovo è il momento ideale per dare un’occhiata alle novità nella categoria alimentare globale degli snack salati. L’anno scorso la scelta dei consumatori è caduta su snack sani, puliti e disponibili in piccole confezioni monodose; quali saranno invece le tendenze per il 2019? Abbiamo esaminato la previsione di GlobalData sul potenziale prossimo futuro degli snack e abbiamo rilevato tre tendenze principali1:

Tendenza 1: insetti

Sembra non ci sia modo di impedire all’esercito degli insetti di trasformare le nostre abitudini in fatto di snack. Le proteine, che si sono dimostrate un’importante tendenza già nel 2018, si confermano come ingredienti popolari anche per il 2019: si prevede infatti che le proteine vegetali e animali si affermeranno definitivamente sul mercato. Ma non finisce qui. Secondo le previsioni di GlobalData, non ci sono limiti alle fonti di provenienza degli ingredienti e molti fabbricanti continueranno a sperimentare nuove alternative. I marchi saranno incoraggiati a concentrarsi sulle proteine provenienti dagli insetti, ad esempio su insetti commestibili pre-fritti e patatine in sacchetto realizzate con farina prodotta con insetti. Anche se questa tendenza è ancora agli albori, si prevede il suo incremento nei prossimi anni, in quanto gli snack a base di insetti non solo offriranno vantaggi dal punto di vista nutrizionale, ma rappresenteranno anche un’alternativa ecosostenibile e più economica rispetto a quelli a base di carne.

Tendenza 2: sostenibilità

Se il 2018 è stato l’anno del confezionamento sostenibile, il 2019 probabilmente vedrà un ulteriore aumento della tendenza alla sostenibilità, che influenzerà il settore degli ingredienti. Secondo GlobalData, cominceremo a vedere molti più prodotti contrassegnati dai termini “Commercio equo e solidale” o “Proveniente da fonti sostenibili”, destinati ad un numero in aumento di consumatori consapevoli dal punto di vista sociale e di millennial sensibili all’ambiente. Questi ultimi rappresenteranno una fascia demografica fondamentale per il movimento della sostenibilità, in quanto disposti a pagare un po’ di più per prodotti con queste caratteristiche. Se i prodotti sostenibili si diffonderanno sempre di più, si prevede che anche la trasparenza diventerà norma nel mercato degli snack, cosa che a sua volta indurrà un numero sempre crescente di fabbricanti a impegnarsi in tal senso.

Per il 32% dei partecipanti al sondaggio in Germania e per il 27% dei partecipanti nel Regno Unito, la misura in cui il prodotto è etico e rispettoso dell’ambiente e socialmente responsabile influenza la scelta alimentare.

Tendenza 3: riduzione della quantità di sodio

Quello che lo zucchero rappresenta per i prodotti di pasticceria e dolciumi, è rappresentato dal sale per gli snack salati. Anche se la guerra contro il sale ha avuto inizio un bel po’ di tempo fa, le novità riguardanti le etichette contenenti i dati nutrizionali, secondo le indicazioni dell’FDA negli Stati Uniti2 (decorrenza da gennaio 2020) e il recente dibattito in Europa in merito a un approccio innovativo e combinato in fatto di etichettatura, presto spingeranno i fabbricanti a ridurre i livelli di sodio aggiunto per rendere i loro prodotti più appetibili a partire dall’etichetta. Alcuni dei marchi principali di prodotti alimentari si sono già impegnati a ridurre il contenuto di sodio dei loro alimenti ed è verosimile che altri ne seguiranno l’esempio.

E lo snack salato del 2019 è…?

Grilli fritti con provenienza etica e un ridotto contenuto di sale!

 

Desiderate rimanere aggiornati sulle ultime novità del settore? Iscrivetevi alla nostra newsletter trimestrale per riceverla direttamente nella casella di posta!

 

1Opportunities in the Global Savory Snacks Sector: Analysis of Opportunities Offered by High-Growth Economies (GlobalData, August 2018)
2https://www.fda.gov/Food/GuidanceRegulation/GuidanceDocumentsRegulatoryInformation/LabelingNutrition/ucm385663.htm#dates

 

categoria :

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *